Mindfulness: tecnica di consapevolezza

La terapia cognitiva basata sulla mindfulness rappresenta, probabilmente, il caso più importante di un fenomeno di dimensioni assai più ampie.  Importante per la notorietà degli studiosi coinvolti e la qualità degli studi clinici realizzati. Nell’ambito del cognitivismo di stampo anglossasone Segal e Williams sono tra gli autori più noti.

Le applicazioni cliniche sono ampie e vanno da patologie somatiche come la psoriasi, fibromi algia e le sindromi da dolore cronico alle patologie psicologiche , in particolare per i disturbi d’ansia, disturbo ossessivo-compulsivo, disturbo d’ansia generalizzato, i disturbi depressivi e i disturbi alimentari (anoressia, bulimia e disturbi d’abbuffata)

Si tratta di un percorso di consapevolezza il cui scopo è quello di agire sulla ripetitività del pensiero: una volta che il paziente ha identificato i pensieri automatici causa dei suoi malesseri e disagi, impara, con una serie di esercizi, a lasciar andare i pensieri negativi e probabilmente esagerati per lasciar posto a pensieri e realtà più realistici e funzionali.

Il termine mindfulness significa consapevolezza e l’idea è che se sviluppata sistematicamente, la consapevolezza matura permette in modo spontaneo e regolare il manifestarsi di ulteriori capacità fondamentali della mente umana: In particolare, uno stato di benevolenza incondizionata e la capacità di intuire e di arrivare ad avvicinarsi a modalità di pensiero e di comportamento e emotivi gratificanti, sani e positivi.

La tecnica prevede un percorso di otto sedute specifiche che si caratterizza per esercizi centrati sul respiro, sulla camminata, sui suoni. Due di questi, in particolare sono di notevole efficacia.

Contatti veloci

Dott.ssa Michela Bordignon 

Cell.  +39 339 760 49 30

Mail:  bordignon145@gmail.com

Ricevo a:

NOALE

Punto Medico Noale

Via De Pol  5

30033 Noale (VE)

 Telefoni: 041 5801702 - 041 5801703


TREBASELEGHE

Polimedica srl

Via Castellana 13

35010 Trebaseleghe (PD)

 Telefono: 049-9387040